PANTONE C, CV, CVC, CVU… quali sono le differenze tra queste sigle ?

Posted on Posted in Blog, Grafica, Stampa


Molto spesso mi capita di aprire file che che contengono dei colori Pantone con delle lettere dopo il numero del colore scelto, ma cosa significano queste lettere ?

“CV” = computer video. Questo suffisso è usato per indicare che il colore è una simulazione elettronica di un colore Pantone. È utilizzato in alcune vecchie versioni di programmi che utilizzavano la licenza per l’utilizzo di colori pantoni, ad es. Illustrator, FreeHand, QuarkXPress, Photoshop, etc.

“CVC” = computer video, coated paper. Questo suffisso indica che il colore è una simulazione elettronica di come apparirà il colore stampato su carta patinata.; “CVU” ha la stessa valenza per le carte non patinate.

Con l’introduzione della PANTONE PLUS SERIES, che include l’aggiunta di 224 colori completamente nuovi, nuovi tipi di supporti cartacei, ed un nuovo riarrangiamento cromatico dei colori, c’e stata una modifica anche nelle sigle delle librerie digitali usate dai programmi succitati prima.

pantone

Attualmente vengono usate queste sigle:

C = carta patinata, es., PANTONE 200 C

U = carta opaca, es., PANTONE 200 U

CP = carta patinata, simulazione in quadricromia, es., PANTONE 200 CP (usato in PANTONE+ COLOR BRIDGE COATED).

UP = carta opaca, simulazione in quadricromia, es., PANTONE 200 UP (usato in PANTONE+ COLOR BRIDGE UNCOATED).

Ora che sapete le varie differenze tra le varie sigle, non resta che usarle nei nostri progetti grafici.