Storia dei loghi della musica rock

Posted on Posted in Blog, Comunicazione

Spesso le persone per identificarsi hanno fatto affidamento a loghi o marchi, anche nel business si fa uso di marchi per distinguere i propri prodotti. Un logo può essere costituito da una parola o da un gruppo di parole spesso associato a delle immagini. La caratteristica più importante per un logo è che deve essere facilmente riconosciuto da tutti.

I loghi sono una parte peculiare della “musica rock” è svolgono un ruolo importante insieme a musicisti e cantanti.

Spesso i loghi diventano un tratto distintivo degli artisti e dei gruppi rock, tanto e vero che questi vengono riprodotti su t-shirt, libri, CD, ecc…

Alcuni loghi sono stati disegnati dagli artisti stessi, il logo dei Queen ad esempio è stato disegnato dagli stessi componenti della band, inoltre su alcuni loghi ci sono delle storie particolari, ad esempio il logo dei Rolling Stones è ispirato alla lingua della Dea Kalì, fu creato da John Pasche uno studente d’arte nel 1970. Il logo dei Ramones invece fu creato da un loro amico Arturo Vega.

Ora esamineremo alcuni loghi di rock band e le loro storie.

 

ROLLING STONES

LOGO ROLLING STONES - TONGUE

Nel 1969 i Rolling Stones avevano bisogno di un logo nuovo, ma Mick Jagger era insoddisfatto del logo proposto dalla sua etichetta discografica. Quindi Jagger chiese a un giovane studente di creare un nuovo logo, questo nuovo logo venne adottato dai Rolling Stones quando decisero di cambiare etichetta discografica, creandone una indipendente: la Rolling Stones Records. Mick Jagger scelse la linguaccia come logo della band, perché in questo modo rappresentava l’anima irriverente del gruppo e allo stesso tempo dava un immagine di erotismo alla band. Pasche lo studente d’arte che creò il logo ricevette pochi soldi per questo lavoro. Questo logo fece la sua prima comparsa nel 1971 sull’album Sticky Fingers. I diritti del logo non vennero registrati in tutto il mondo, infatti una fabbrica di jeans usò questo logo come se fosse il proprio, da quell’episodio i Rolling Stones decisero di registrare il logo in tutto il mondo. In questo modo si sviluppò un altro mercato insieme a quello della musica: il merchandising. Il logo dei Rolling Stones e considerato uno dei più importanti loghi al mondo, molti artisti hanno cercato di imitare lo stile di questo logo, e considerato uno dei più innovativi loghi creati, ed è anche il primo esempio di “branding” di una band musicale.

 

QUEEN

QUEEN'S LOGO

Il logo dei Queen fu disegnato da Mercury ed era formato dai segni zodiacali dei componenti della band,. Sopra a tutti i segni vi compare una fenice, un uccello immortale che secondo la leggenda rinasce dalle proprie ceneri. Sotto la fenice, troviamo i quattro segni zodiacali dei componenti del gruppo: 2 leoni (Roger Taylor and John Deacon) che sostengono una Q che sta per Queen con una corona,poi troviamo anche un granchio che rappresenta il segno del cancro (Brian May) e due fate che simoleggiano la Vergine (Freddie Mercury)

NIRVANA

LOGO NIRVANA

La faccina ubriaca che è stata poi usata come logo dei Nirvana è apparsa per la prima volta nel famoso Corporate Rock Whores T-shirt design. Sulla copertina dell’album il logo dei Nirvana era formato dal solo testo con un font che venne selezionato da Lisa Orth, la graphic designer che lavorò alla cover dell’album di debutto della band “Bleach”. Il font scelto era l’Onyx (un vecchio Compugraphic font che era simile al Bodoni condensato) ed e il font che poi è stato sempre usato da allora.